Il Buy Now Pay Later alla luce della Direttiva CCD II

Sottotitolo

Siamo lieti di condividere un’analisi dettagliata sull’impatto della recente Direttiva UE 2023/2225 sui contratti di credito ai consumatori (CCD II) e, in particolare, sul fenomeno sempre più diffuso del “Buy Now Pay Later” (BNPL). Si offre una prospettiva esperta su come la nuova normativa stia plasmando il panorama del credito al consumo.

📝 Autore: Marco Romanelli, Partner
🔗 Link all’articolo: Diritto Bancario

1. Crescita del BNPL nel Contesto Digitale

In questo approfondimento, si esamina la crescita della digitalizzazione nel settore finanziario, accelerata dalla pandemia da Covid-19, e come ciò abbia contribuito all’espansione del BNPL. Il modello tradizionale prevede finanziamenti a breve termine per dilazionare i pagamenti senza interessi, basato principalmente sulle commissioni pagate dai venditori ai finanziatori.

2. Approccio della Banca d’Italia al BNPL

Analizziamo i due principali modelli di BNPL delineati recentemente dalla Banca d’Italia nel mercato italiano. Uno coinvolge una banca o un intermediario finanziario che concede direttamente la dilazione al consumatore, mentre l’altro implica una dilazione di pagamento concessa dal venditore al consumatore, seguita dalla cessione del credito a un terzo finanziatore. Il partner Romanelli evidenzia le sfide e le tutele legate a ciascun modello.

3. BNPL come Nuova Categoria di Credito al Consumo

Esploriamo la crescente popolarità del BNPL, attirando l’attenzione delle istituzioni europee e portando alla promulgazione della Direttiva CCD II. La nuova normativa, analizzata dettagliatamente, ha ampliato il perimetro di applicazione della regolamentazione dei contratti di credito ai consumatori, inclusa l’inclusione del BNPL sotto determinate condizioni. Le dilazioni di pagamento gratuite ai consumatori, accompagnate dall’offerta o dall’acquisto di crediti da parte di terzi finanziatori, sono ora soggette a regole specifiche.

4. Implicazioni per Operatori del Settore

Mettiamo in luce come la nuova normativa richieda agli operatori del settore di conformarsi alle regole di trasparenza stabilite dalla Direttiva CCD II. Ciò include l’adattamento delle pratiche pubblicitarie e la valutazione del merito creditizio del richiedente. Questo cambiamento radicale potrebbe influenzare notevolmente l’esperienza del cliente sulle piattaforme BNPL.

5. Prospettive Future e Sfide da Affrontare

L’analisi include un focus sulla vigilanza delle piattaforme BNPL. Si esamina l’obbligo per gli operatori di sottostare a una procedura di abilitazione e vigilanza, ma rimangono incerti il quadro normativo preciso e l’omogeneità tra le giurisdizioni. La proposta di una terza Direttiva sui servizi di pagamento, come analizzata dall’autore, aggiunge ulteriori considerazioni sul ruolo degli intermediari finanziari.

6. Conclusioni e Prossimi Passi

In conclusione, si ridefinisce il panorama del credito al consumo, portando il BNPL sotto stretta regolamentazione. Gli operatori del settore sono ora chiamati a navigare questo nuovo scenario, adattando le loro pratiche per garantire conformità e protezione dei consumatori.

Continuate a seguire il nostro blog per rimanere aggiornati sulle evoluzioni nel settore finanziario e sulle implicazioni della normativa vigente.

🌐 #BNPL #CreditoAlConsumo #DirettivaCCDII #FinanzaDigitale #TrasparenzaFinanziaria